Il treno Roma – Parigi

Non si costruisce il futuro sulle macerie della paura.

Tema terribile per la Democrazia bicefala. Autonomamente la Magistratura italiana faccia il suo corso prima che arrivi Hannibal insieme alle Iene per dare un giro di manovella all’Élite autocratica valdôtaine: pane per i denti dell’avvocato Nevio Prelle. Prima del pericolo. Giù le mani dai bambini in cerca di aiuto! Giù le mani da chi cerca una prima occupazione onesta, come la tata di Spartacus, anche nella ristorazione, all’Osteria dell’Oca (ex Cavallo Bianco) ad Aosta centro! Giù le mani e le tasse alle madri che tirano il carro in salita, aiutate da due bambine a spingere il carro; o vendere la pelle dell’orso, in questa Valle felice e prioritario per necessità. Contro l’impero del male! La Polizia è a conoscenza dei fatti da parecchio tempo.

I vicini di casa nel pettegolezzo completeranno l’opera d’arte per il film dell’anno 2016. Lo scrivente, settantacinquenne, per stanchezza, baratta per tre soldi, una serie di scritti al miglior offerente, ed anche la camicia, perché “la parola è limpida e nuda” come nasce nudo il somarello che l’assomiglia: guardatelo sotto!!!

Malgrado personaggio e autore e editore non sono uno e trino ma qualcosa di più spettacolare, in questa ex Colonia Penale e antiteatrale, siamo osceni e non grassi per una dieta sbagliata ma gonfi di botte a mascelate d’asino, esercitate dal sistema politico valdocalabro, ibridazione riuscita tra un cavallo e una mucca pezzata: ed io faccio il ranger al Principato del Sorbara politico e del Re delle acque, perché siamo francesi, laici non cose turche (vedi Erasmus).

Uniti si vice a poker ma la fame e la disperazione e la disparità economica aumentano e fomentano la rabbia e l’odio contro l’altro; per questo resto anarchico insurrezionalista, nichilista di fronte alla GIUSTIZIA ingiusta e velleitaria tipica italiana. Burocrati del lunedì sarebbero da mandare in vacanza in Siberia: la Storia non fa sconti: chi ben comincia è a metà dell’opera!!! È stato sempre così. L’ultimo Difensore Civico e le mie cinque assistenti sociali sono consapevoli che la disperazione esplode per tutti: dagli Stati Uniti d’America a Mosca e dalla Cina a Catanzaro! Le mie cinque tenutarie del coltello, per stemperare il clima della paura globale si trastullano a castrare a fuoco in diretta televisiva, il personaggio letterario Hannibal Lecter, ha già sconfitto il male globale: rafforzando il bene comune come l’acqua – l’istruzione pubblica e la salute e la voglia di vivere in pace, infatti da tremila anni i Greci amano il culto della vita, mentre i sapientoni nordoccidentali amano il culto della morte. Riflettete, imbecilli! Il capitalismo becero e la chiesa hanno perso la partita in casa! La paura è un sentimento patologico naturale, chi non ha paura è un pazzo come quei ragazzi che in nome di Dio o di Maometto si fanno esplodere in aria per seminare paura e terrore. Hanno perso anche loro, perché il Socialismo è uno solo, o lo accetto o lo respingi, non ci sono vie di mezzo.

17 Novembre 2015

 

Hannibal Lecter Molinaro

Sarre – Campo da Tennis n° 8.