DOLLARI POLITICA E CORNE

DOLLARI POLITICA E CORNE

A biglie ferme, il potere centrale va preso per le corna come il toro democristiano, quacchero e piccolo borghese e buonista aristocratici. Inammissibile nell’era digitale, perché clonato razzista, nazionalista, imperialista, quindi, nazifascista ogni qual volta gli tocchi il nervo scoperto.

ATTENZIONE: “Canguro ferito, cacciatore morto”.

Questa è la tecnica del Capitalismo convulso e strepitante del XXI secolo. La posta in gioco è voluminosa. Il tonno è più grosso del peschereccio. Non importa, basta arpionarlo e trascinarlo alla riva affollata da immigrati europeisti., altro che teoria; è la pratica che rompe la grammatica, e la quarta gamba del cavallo della RAI, per l’uso distorto che ne farebbe della NOTIZIA reale: quando si tratta di vedove con patologie mediche di minori e di donne abusate da detentori delle buone norme istituzionali, per mancata analisi diagnostica terapeutica. Mi capita sempre al paese del difensore civico Valdôtaine: se mi rivolgo al pronto soccorso dell’Ospedale Parini per consultare un medico generico, stai tranquillo che il sistema mafioso mi manda tre pattuglie dei Carabinieri, vestiti come zingari, c’era anche una ragazza con i capelli disordinati. Quel 25 Gennaio al piazzale dei minori a Sarre: all’imbrunire, il capo mi disse che erano lì per opera di bene. E perché gli inclusi ed esclusi non hanno gli stessi diritti? Per qualunque azienda a conduzione familiare, e la politica distolta, con Equitalia vuole erba per cento cavalli, fino al rotto della cuffia e partita IVA chiusa. Così lo Stato e lo psichiatra antropologo di Portofino, in qualità di medico userebbe i desaparecidos come bomba sociale. Ecco perché il giorno della memoria ho firmato per la “RISPOSTA CIVICA” ai potenti della Terra, alla grande editoria e al Governo della Repubblica delle fontine!! Ignari delle perle ai porci; i sapientoni della dialettica, mantenuti dalle aziende pubbliche o private, in Italia, non sanno cosa gli aspetta al fine delle parate giornalistiche e della fiera delle vacche di Fanfani. Allergici alle mimose dell’8 Marzo, al 25 Aprile e al 1° Maggio.

La cernita è stabilita per il 4 Marzo 2018. il finimondo. Da questa data fino all’Ottobre rivoluzionario per studiare e applicare un Nuovo Ordine Mondiale ventennale: lo capirebbe anche Papa Francesco che messi al sicuro, donne vecchi e bambini, dopo la bomba fisiologica noi delle Brigate Sassari tireremo dritto dove ci porta Zio Annibale!! Quando basterebbero 4 bambini, durante il gioco, studiato a tavolino, con un colpo di spugna cancellerebbero il debito pubblico perché usurato e assurdo in un paese civile come il nostro. La palla al piede per il controllo delle razze va restituita al mittente: Banca Centrale Europea e Multinazionali da New York a Dubai e da Pechino a Londra, dalla Bolivia ad Arcore milanese.

La GIUSTIZIA non va messa ai voti; sicuramente le fantomatiche Brigate Rosse vi avrebbero trattato peggio. Per abuso di DEMOCRAZIA vi siete giocati la libertà. Veramente la libertà va difesa anche con le armi, e noi le armi ce le abbiamo ancora, quelle del CNL/ANP catalogate dal Centro Storico della Resistenza agli imbroglioni e Magistrati capestri!!

A proposito di RESISTENZA mi piace ricordare due scienziati curiosi, un chimico e un fisico della razza umana: il torinese Primo Levi e il tedesco Albert Einstein, entrambi ebrei, resistettero a due guerre mondiali, a due donne e a Hitler. Avrebbero resistito anche alle mezze calzette della politica attuale che è durata più del ventennio fascista, ma lasciamo perdere!! Stasera al Duit si recita a soggetto senza i leoni del ventennio di Mussolini che non avrebbero sparato all’uomo nero a Macerata, in quanto Divi.

La rivolta degli attori poeti consacrerà il teatro ai posteri delle cento imitazioni e dizione perfetta che esibiranno al Castello Porziano durante i tre giorni di amore pace poesia da dedicare alle tre sorelline Frau delle Brigate Sassari. Biografia e presunta borsa di studio a tutela della salute mentale a cura anche della decantata Saison Culturelle Valdôtaine con la disponibilità di cineamatori, come terza persona.

Il teatro è l’unica istituzione sana che è rimasta all’uomo nato da donne. “Con la bella faccia verde”, dagli stregoni al Satiros Caprinos dal teatro greco al teatro di regia con Totò Principe De Curtis, a Carmelo Bene, da Chaplin, ai burattini venuti dal mare, a dirci che secondo Platone la democrazia è una parola che non dice niente. E’ come una scatola cinese, bella ma vuota dentro, da tenere o da buttare come gli Ebrei che vennero accusati ingiustamente che avevano ucciso Gesù: Apriti Cielo, anch’egli era ebreo come Hitler e la piccola Anna Frank. Gli ebrei Russi dovettero inventarsi il gioco degli scacchi per una questione di vita o di morte di massa. Anche i russi ebrei dovettero difendersi dallo Stalinismo epuratore. E scientificamente provato che a scacchi non vince nessuno tranne l’inventore del gioco, conoscitore dello scibile umano, per indurre lo sfidante alla mossa sbagliata, e lo sfidato ebreo fa scacco matto per l’errore dell’altro. Una volta mischiato il sangue non è più come prima. Ecco le guerre intestine ancora adesso tra Cristiani e Ascari-Saraceni…… Lasciare commento. Grazie

Jihad, più comprensione, meno Europa. Addio infanzia marescià, il Millemiglia ha chiuso i battenti! Che fare? Sparare?

 

06 Febbraio 2018

Annibale Molinaro, Campo da Tennis Valle d’Aosta – Strada Statale 26 Sarre n. 8

www.annibaleanarchico.it – annibale.molinaro@tiscali.it

“TEATRO DELLE DIECI DI TORINO”

ANNIBALE E MASSIMO SCAGLIONE

NON ME NE HANNO PERDONATA UNA

 

“QUANDO GLI ALBANESI ERAVAMO NOI, OPERA DI GIANNI ANTONIO STELLA. QUANTI PROIETTILI SPRECATI A MACERATA, CI SONO TANTI BIANCHI DA ACCAREZZARE”

 ANNIBALE