CHE VITA E’ QUESTA

Dopo mille peripezie solo all’estero puoi congedarti dal mondo per un male insopportabile disumano. E la dice lunga il tagliare la testa ai sani in nome della legge nel momento in cui la Camera toglie i paraventi perchè tutti vedano.

La televisione fa il resto perchè tutto il mondo deve sapere dell’onnipotenza di certi Stati vigenti. La chiesa ammicca…. lo stato Vaticano ammazzava anche le streghe e torturava, e sorvegliavano chi sapeva leggere e scrivere, di minigonne e pantaloni guai a parlarne; infatti tutt’ora le monache portano le mutande spinose, il velo e la tunica come le mussulmane incappucciate.

E le chiamano le soldatesse di un Dio ebraico severo e comunista….magari così fosse, a quest’ora, specie l’America non produrrebbe armi da guerra da vendere per essere usate all’estero, altrimenti niente più puttane e nemmeno cenoni da mille euro a base di pesce per far festa, tanto per norma politica paga…. Gentilone e Pantalone.

Senza sapere che al primo sparo Hannibal li aspetta al varco: religione, stato, chiesa, Zar – Formigoni – Mafie –  Le Pen,  con la regia di Papa Francesco e Roberto Benigni. Se il settimo cielo fosse così bello, i bambini e il bello salverebbero il mondo! Perchè puntare i piedi e mettersi di traverso per mantenere l’assurdo dominio dell’uomo sull’ uomo? Quale accademia filosofico-teologica butta benzina sul fuoco ancora oggi per alimentare il commercio delle armi, delle anime perse, del turismo sessuale e droga.

Un blasone che solo il presidente americano Donald Trump può aumentare la spesa di 54 miliardi del Pentagono per stuprare donne e bambini nel resto del mondo, quando Obama con questa cifra avrebbe portato a termine l’assistenza sanitaria. Siamo rimasti al “Giorno della Civetta” (Lanni. Sciascia), nessuno sa, nessuno parla, della “speculazione edilizia” criticata ferocemente da Italo Calvino e dall’attuale Sindaco di Roma Virgina Raggi. Sbracciata a chiedere cavalli e bighe alla scuderia del Movimento 5 Stelle, per arrivare tutti alla fiera del libro Torino Lingotto. Durante le Olimpiadi, da tenersi anche nello stato federale di Miranda – Venezuela, o nel balcone d’Europa, quale è il Bosforo, città di mare e di vita itinerante, amata dallo scrittore e giornalista turco Ahmet Altan, da sei mesi spedito in prigione in Turchia, in quanto critico nei confronti del presidente Erdogan! Come un gioco Pirandelliano. Il cane americano si morde la coda.

Per concessa ubiquità, ieri l’altro a Costantinopoli, nella baraonda sindacale, ho sognato che stavano bruciando il Vaticano, il Quirinale di Renzi, i mercati che vendevano a porte chiuse moschee e libri sacri, e a Ponte Milvio praticavano magia nera per bruciare strutture teatrali liturgiche. E ho vinto l’Oscar del miglior sogno dell’anno! Perchè il “Teatro del Mondo” è utile quanto la Casabianca per gli Americani, manca solo il drappo rosso contro il malocchio.

Psicanalisi: il verme terrorista è dentro il frutto, quindi occorre un vaccino globalizzato onde evitare il terzo conflitto mondiale. Se il presidente Trump giocasse alla guerra è matematico che il destino dell’ America è designato dal Cielo e buona notte.

Sulla statale 26 Valdo-Calabra, più nera di così non può venire.

Conosco famiglie che si tolgono il pane dalla bocca per adempiere alle tasse e mandare i figlioletti a scuola, ma se hanno il raffreddore, la maestra li boccia. Altro che aspettare Godot, di questo passo è meglio che torni Baffone! Per dare una dritta ai baciapreti, baciapiedi, baciaculi, o il potere dell’arte finisce in una palude.

 

Torino Caselle, ultimo giorno di Carnevale 2017.

 

annibale.molinaro@tiscali.it

www.annibaleanarchico.it