CAPODANNO 2018

CAPODANNO 2018

Coraggio, è l’attore Hannibal che scrive. Il teatro antico pulsa ancora. I malvagi restano malvagi. Come i cattivi, i cuori nobili restano con i piedi saldi sul palcoscenico della vita. Altri cuori nobili partecipano in ogni e dove alla competizione sportiva, con la fiaccola olimpionica in mano. Il campione rappresenta la squadra, la nazione, l’orticello, la cosa comunissima a tutti.

Tre varianti mi hanno segnato l’esistenza: la croce patibolo, la croce uncinata e la falce e martello, simbolo dell’avaro, dell’attore di tutti i tempi. Le prime due varianti sono l’ostia divina di chi rincorre i fantasmi: Amleto e Papa Francesco nella loro follia sono i primi attori del niente, perchè sono fatti di mente, addirittura da chi non gliene frega niente dei campi di sterminio tedeschi, MareNostrum adesso, MareVostrum domani.

E avreste il coraggio di presentarvi a Dio senza denti, senza unghie ai piedi e mani. Tubercolosi o con il tumore alla vescica, e senza capelli, perchè tosati a forma di croce, per volere del Capitalismo? Imperialismo? Nazifascismo invisibile, operante nelle scuderie dei paperoni, il più povero è Berlusconi con un miliarduccio di euro al mese, garantiti dai suoi garzoni: Mattarella, Gentiloni, Matteo Renzi, Matteo Salvini, la Meloni, Angelino Alfano, Veltroni, Rutelli, Buttiglione, Alessandra Mussolini-Alemanno e il Gate Storace.

E avanti Savoia che l’Europa è fatta a pezzi e a forbiciate. Taglia di qua, taglia di la, ai poveri ci è rimasto l’apoteosi dei tagliagola: Barabba o Gesù? Vinsero i Faraoni come Berlusconi. Cosa ne sa il recitante Donald Trump del colonialismo, e dei campi di sterminio greciani, polacchi e del Terzo Reich??

Se i radical chic avessero il coraggio di rileggersi il tascabile scritto dal calabrese inviato di guerra a Varsavia-Lamberti Sorrentino: “Sognare a Mauthausen” evitereste la terza guerra mondiale?

Intanto le reginette di bellezza, da Bel Ami a Lili Marlene in anticipo cantano la marcia funebre perchè ve la siete cercata?! Il Galileo e il Giulio Cesare di Schakespeare non è andato giù ai potenti della terra! vuol dire che recitereste I Fratelli Karamazov di Fedor Dostoevskij a rigore teatrale; ora e sempre, resistenza alle cicale del malaffare giornalistico-televisivo! O per aperitivo, un mare di sangue in Ucraina come preannunciato da Vladimir Putin.

Finalmente “Liberi e uguali” all’Orsa Maggiore dei pentastellati, strappa capezza ora e sempre e così sia: il resto è cacca! Auguri agli antropologi, sociologi, ricercatori, psichiatri, precettati dagli studenti dell’Università di Rende, Cosenza.

A memoria di “I sommersi e salvati!” (Primo Levi). Le vacanze sono finite, tornate ai vostri posti e fateci sapere.

Comitato Anarchico Monte Rosa.

Massa Carrara 01/01/2018

Annibale Molinaro

www.annibaleanarchico.it

annibale.molinaro@tiscali.it